martedì, 18 ottobre 2016

Gioco d’ azzardo, scommesse online e ludopatie: al Comune di Cesena premio “Amico del consumatore 2016”

 (Sesto Potere) – Cesena – 19 ottobre 2016 – I comuni di Bolzano, Cesena, Napoli, e Rignano sull’ Arno hanno ricevuto lunedì, 17 ottobre, a Roma il premio “Amico del consumatore 2016” , dedicato quest’ anno al tema della legalità. stadio cesena foto Calbucci sito web cesena calcio.it Le 4 amministrazioni comunali hanno ricevuto il riconoscimento assegnato ogni anno dal Codacons, per essersi distinti nella lotta al gioco d’ azzardo con provvedimenti a tutela della salute dei giocatori. In particolare i comuni premiati si sono distinti per ordinanze che limitano le aperture delle sale slot sul territorio, mentre l’ amministrazione di Cesena è stata premiata per la scelta di ritirare la candidatura dello stadio di Cesena agli Europei under 21 del 2019 se sarà confermato il contratto di sponsorizzazione tra Figc e la società di scommesse online. Dopo la candidatura della città romagnola (insieme a Bologna, Reggio Emilia e Udine) a ospitare la fase finale degli Europei Under 21, il Comune di Cesena ha fatto sapere di “non voler transigere sull’ impegno a contrastare il gioco d’ azzardo, ed è pronto a rinunciare ad ospitare la fase finale degli Europei under 21 (in programma nel 2019) se la Federazione italiana gioco calcio (Figc) manterrà l’ accordo di sponsorizzazione appena siglato con Intralot”. Paolo Lucchi Lo stesso sindaco di Cesena Lucchi aveva parlato di “sconcerto” vista “la difficoltà della quotidiana battaglia che le nostre comunità ingaggiano ogni giorno contro la piaga del gioco d’ azzardo, che sempre più spesso assume pieghe patologiche, portando alla rovina troppe famiglie. Immagine, che sarà ancor più compromessa da questo accordo che da l’ ennesimo colpo proprio a quei valori di benessere, di limpidezza e di divertimento che il mondo dello sport ha l’ onore, ma anche la responsabilità di rappresentare”. Da segnalare che nella nuova convenzione con il Cesena Calcio per l’ utilizzo dello stadio, il Consiglio comunale ha inserito il divieto di contrarre nuovi contratti pubblicitari con società operanti nel settore del gioco d’ azzardo. Secondo il Codacons: “il tema della ludopatia, che rappresenta una vera e propria piaga in Italia, vede solo poche amministrazioni impegnate concretamente nel limitare le sale da gioco e tutelare la salute dei cittadini”.