mercoledì, 5 ottobre 2016

Giochi, Codacons: Lorenzin rifiuta di presentarsi al Cds per difendere Comune Napoli e battersi contro ludopatia

Dure critiche del Codacons al Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, in tema di gioco d’ azzardo e contrasto alla dipendenza da gioco. L’ associazione aveva chiesto infatti al Ministro e al suo dicastero di intervenire dinanzi al Consiglio di Stato, in difesa del regolamento adottato dal Comune di Napoli che introduceva limiti alle sale slot sul territorio. Regolamento contestato dai gestori delle sale gioco prima al Tar, poi al CdS, che deciderà domani sulla questione. “Mentre il Codacons interveniva in giudizio a difesa dell’ amministrazione di Napoli – sottolinea l’ associazione dei consumatori -, dal Ministero della salute non è pervenuta alcuna risposta, e il dicastero non si è costituito dinanzi al Consiglio di Stato in difesa della salute e contro la ludopatia. Un comportamento fortemente contestato dall’ associazione dei consumatori, che rileva come il Ministro Lorenzin spenda fior di quattrini per campagne sulla fertilità inutili e addirittura sbagliate, al punto che entrambe sono state ritirate, mentre non abbia mosso un dito per contrastare la piaga del gioco d’ azzardo e della dipendenza, lasciando da solo il Comune di Napoli in questa importante battaglia”.